PARROCCHIA
DI ASCONA

News - Cronaca 2017

Cronaca 2007   Cronaca 2008   Cronaca 2009   Cronaca 2010   Cronaca 2011
 
Cronaca 2012   Cronaca 2013   Cronaca 2014   Cronaca 2015   Cronaca 2016
 
Cronaca 2017   Cronaca 2018   Cronaca 2019   Cronaca 2020


Assemblea parrocchiale del preventivo
Lo scorso 11 dicembre si è tenuta l’Assemblea parrocchiale nella sua forma ordinaria: la prima organizzata sotto la responsabilità del nuovo Consiglio parrocchiale, scaturito dalle elezioni di aprile 2017. Si è approvato il preventivo 2018, che, sulla falsariga degli ultimi esercizi annuali, chiude con un disavanzo di Fr. 250'300.-. Di fronte a diversi impegni finanziariamente onerosi, come il restauro della chiesa parrocchiale di S. Pietro, le canalizzazioni alla Madonna della Fontana, gli impegni finanziari nei confronti del Collegio Papio e la necessità di rinnovare il parco immobiliare, il Consiglio parrocchiale, con l’aiuto della Commissione della gestione dell’amministrazione Assofide, si impegna a trovare le opportune e migliori possibilità di finanziamento. L’assemblea si è conclusa con numerose domande dei presenti su vari temi parrocchiali e, infine, con una beneaugurante bicchierata natalizia.
 

E' deceduto Don Severino Conti
La notte sul 27 novembre ha concluso il suo generoso cammino terreno il presbitero Don Severino Conti. I funerali, presieduti dal Vescovo Mons. Lazzeri, sono stati celebrati mercoledì 29 novembre alle ore 10.00 nella Chiesa parrocchiale di Gnosca.
Nato il 22 gennaio 1934 a Treviglio (Bergamo), era stato ordinato sacerdote il 20 febbraio 1965 a Garanda in Ecuador, dove rimaneva come missionario. Nel 1974 rientrava al servizio della Diocesi di Lugano quale parroco di Quinto, successivamente di Pollegio e Personico, quindi di Pianezzo e S. Antonino. Nel 1986 si trasferiva a Pietra Ligure quale cappellano, diventando poi parroco di Albenga. Rientrato nel 1994 divenne parroco di Capolago e Brusino Arsizio, in seguito servì le parrocchie di Rovio, Melano, Arogno e Bissone e infine Brè e Vezia. Nel 2002 veniva inviato a Locarno quale cappellano dell'Ospedale la Carità e della Casa San Carlo e in seguitio della Casa Belsoggiorno di Ascona. Negli ultimi anni lasciava questi compiti, trasferendosi a Gnosca, ma continuando ad assicurare la sua collaborazione ai confratelli. Cordiale e comprensivo, ha sempre svolto il suo ministero con dedizione e generosità.


 

Ecumenismo musicale
In occasione dei 500 anni della Riforma protestante si è voluto sottolineare, in un particolare evento al Monte Verità lo scorso 7 ottobre, l’importanza del dialogo cristiano interconfessionale attraverso la musica, e, più in generale, attraverso l’arte e la “bellezza”. I temi presentati hanno declinato gli elementi comuni delle confessioni cattolica e riformata, con la partecipazione di don Massimo Gaia e del pastore Markus Erny. Gli interventi musicali e canori, con il duo Dodicisuoni, la soprano Pinar Donmez e il pianista Giovanni Beretta, hanno ripreso brani e inni del periodo storico. Dopo la teologia, infatti, la musica ottiene la pace e la gioia dell’anima, il suo messaggio parla a tutti indifferentemente e la sua universalità è capace di unire sotto un linguaggio comune in un percorso di rispetto e di reciprocità.


 

Inaugurazione del Parco terapeutico alla Casa Belsoggiorno

La Casa di cura per anziani Belsoggiorno di Ascona ha inaugurato lo scorso 15 settembre il nuovo “Giardino Terapeutico-Healing Garden”. Un nutrito gruppo di invitati, tra i quali il vescovo emerito Pier Giacomo Grampa, presidente del Consiglio di Fondazione Beato Pietro Berno, il direttore sanitario dr. Nello Broggini, hanno seguito con molto interesse la presentazione del direttore della Casa Doriano Fabbri e la dottoressa agronomo e paesaggista Francesca Neonato, progettista. Lo scopo del nuovo giardino terapeutico (orticultura e sensoriale) sarà quello di curare e riabilitare gli ospiti della Casa Belsoggiorno grazie al benefico e potente effetto della Natura.


 

Papio: il futuro tra le antiche mura

«Per noi è indubbiamente un momento molto importante, il coronamento di uno sforzo non solo finanziario, ma anche intellettuale e tecnico, per creare qualcosa di nuovo, per dare un futuro a questa scuola, desiderosa di essere sempre al passo con i tempi». È con queste parole che il presidente dell’associazione Amici del Collegio Papio nonché vicesindaco di Ascona Maurizio Checchi ha introdotto ieri la posa della prima pietra della nuova ala dell’istituto privato (fondato nel 1584), alla presenza di diverse autorità e personalità. Ala che sarà destinata ad ospitare le cucine e una mensa con duecento posti.
«La nuova mensa – ha spiegato il rettore don Patrizio Foletti – ci permetterà di recuperare gli spazi attualmente adibiti a refettorio e cucina per le attività ricreative dei nostri studenti. Di conseguenza l’aula magna potrebbe finalmente essere destinata unicamente a conferenze, incontri, esami e spettacoli».
La nuova ala sorgerà in una parte residuale del grande giardino situato dietro la scuola. La costruzione della nuova ala prevede un investimento di circa 7,5 milioni di franchi. «Importante a questo proposito il sostegno del Comune di Ascona, della Parrocchia e del Patriziato» ha sottolineato Checchi. L’intenzione della Fondazione Collegio Papio, presieduta da Filippo Lombardi , è quella di finanziare un terzo dell’opera con i contributi istituzionali, un terzo con ipoteche bancarie e il restante con il sostegno di benefattori.


 

Primo agosto al Gottardo

1° agosto: Eucaristia teletrasmessa dalla RSI La 1 quella sul San Gottardo, in occasione della Festa nazionale del 1° agosto. Ha presieduto mons. Vescovo Valerio Lazzeri, hanno concelebrato mons. Pier Giacomo Grampa e mons. Pierre Farine. Numerosi i sacerdoti e moltissimi (ca. 3 migliaia) i fedeli presenti. Il tutto è stato aiutato da una meteo molto favorevole. Mons. Valerio ha lanciato, nella sua omelia, un coraggioso messaggio all’apertura e all’accoglienza.




Messa in stile gospel

25 giugno: dopo due anni di pausa, il Coro InControCanto di Milano, diretto da Massimo Mazza, è tornato a condecorare musicalmente, in stile gospel, l’Eucaristia del 25 giugno, nella domenica durante il JazzFestival. L’evento ha avuto luogo sullo stage Elvezia, in riva al lago, e ha riscosso, come già nelle scorse occasioni, un grande successo. Il coro, dopo l’Eucaristia, ha offerto un poderoso concerto, che ha suscitato la curiosità e l’apprezzamento dei passanti oltre che dei presenti.




Pane benedetto di Sant’Antonio

11 giugno: al termine delle Eucaristie di sabato e domenica, in prossimità della memoria di Sant’Antonio da Padova (13 giugno), è stato benedetto e distribuito ai fedeli il pane benedetto. Una consuetudine che si rinnova di anno in anno.




Assemblea parrocchiale elettiva

Lunedì 24 aprile si è tenuta l’assemblea parrocchiale della nostra comunità. Oltre alle pratiche consuete, come l’approvazione dei conti del 2016 che chiudono con una maggiore entrata di Fr. 28'546.81, si sono approvate alcune trattande relative alla costruenda Residenza San Clemente: alcune formalità indispensabili per il prosieguo dei lavori di edificazione. Infine si è proceduto alla elezione del Consiglio parrocchiale, della Commissione della gestione e del Delegato parrocchiale.
In particolare risultano eletti per il periodo 2017-2021:

Consiglio parrocchiale
Consuelo Allidi, Presidente
Rolando Pancaldi, Vicepresidente
Paolo Duca, Cassiere
Andrea Biasca-Caroni
Patrick Passalia
Giselda Saletti-Antognini
Don Massimo Gaia
Chiara De Bianchi, Segretaria

Commissione della gestione
Claudio Crivelli
Graziano Duca
Diego Inauen

Delegato parrocchiale
Eleonore Cocquio-Cilenti


Un altro amico ci ha lasciato

In modo improvviso e inatteso ci ha lasciato l’amico Vittorio Vacchini. Nell’affrontare un intervento programmato da tempo, alcune complicazioni hanno provocato il suo decesso, che ha lasciato la famiglia e la comunità parrocchiale nella costernazione. Oltre che come fedelissimo parrocchiano, ricordiamo Vittorio per il suo carattere solare, gioioso e gioviale, schietto e franco. Lo ricordiamo quale colonna portante dell’attività del Coro parrocchiale. Lo ricordiamo anche per la disponibilità e la sua generosità, pure a favore del bene comune, citiamo, qui, almeno la sua grande opera a favore della ginnastica e dell’atletica, dell’hockey, dell’Unione Sportiva Ascona e della palestra comunale. A tutta la famiglia le più sincere condoglianze da parte di tutta la comunità asconese!




Museo San Sebastiano

È stato riaperto per la stagione 2017 il piccolo Museo parrocchiale di San Sebastiano. In conferenza stampa sono stati presentati i lavori di sistemazione interni ed esterni effettuati durante il 2016, che hanno reso questo piccolo gioiello nuovamente fruibile al pubblico. Il curatore del museo, dr. Rolando Pancaldi, ha invece presentato e inaugurato la mostra temporanea (fino a fine luglio) di piccole croci dalla collezione Charly Zenger, dal titolo: “… lemà sabactàni”. Una mostra che vale veramente la pena di essere vista! Il museo è aperto il giovedì, venerdì e il sabato dalle 17.00h alle 18.30h da aprile ad ottobre. Dalla metà di agosto verranno esposte alcune fotografie della chiesa parrocchiale - in vista del prossimo restauro - scattate da Ginevra Gagliardi e da Marco Agorri.




Iniziati i lavori per la Residenza San Clemente

Ormai molti non ci speravano più, ma alla fine i lavori sono iniziati a metà marzo con lo scavo per l’edificazione della Residenza San Clemente, complesso di appartamenti protetti per anziani autosufficienti. Il Consiglio parrocchiale e l’Associazione per la Gioventù stanno portando avanti tutte le pratiche ancora necessarie per giungere all’ultimazione di questo importante tassello del parco immobiliare della nostra Parrocchia. Non da ultima, andrà costituita la Fondazione San Clemente, che avrà il compito di portare a termine l’edificazione, nonché la gestione della futura amministrazione dello stabile. La durata dei lavori prevista è di ca. 2 anni; l’inaugurazione, presumibilmente, avrà luogo in autunno 2019.




Suor Carolina parte, suor Elena arriva

Domenica 26 marzo, durante le Eucaristie domenicali, ci siamo congedati da Suor Carolina, che è partita per nuova destinazione e nuova missione: la Colombia, dove nei prossimi mesi esprimerà i suoi voti perpetui ed eserciterà il suo servizio. L’abbiamo conosciuta a Leontica, durante le colonie estive e prima ancora che venisse ad abitare ad Ascona; l’abbiamo sempre apprezzata per il suo dinamismo e per la sua disponibilità. Per tutto quanto ha fatto per Ascona e per la nostra comunità, la ringraziamo di cuore e le porgiamo i nostri migliori auguri per il prosieguo del suo ministero in Colombia. Abbiamo poi accolto la consorella che prenderà il posto accanto all’inossidabile suor Ginetta, si tratta di suor Lidia Elena Poot Yam, alla quale diamo il più caloroso benvenuto ad Ascona e le porgiamo i nostri migliori auguri per il servizio a favore della nostra comunità.


Pellegrinaggio zonale al Sacro Monte di Brissago, sabato 1° aprile

Ma non era un pesce d’aprile… Era semmai l’occasione per prepararsi alla imminente Pasqua, che è “una cosa seria”! Il luogo di pellegrinaggio è stato scoperto da molti di noi per la prima volta: a due passi da noi, il Sacro Monte di Brissago, ma a molti sconosciuto. Il programma della giornata, alquanto intenso ma ben partecipato, prevedeva al mattino la conferenza quaresimale di don Azzolino Chiappini e l’adorazione eucaristica. Dopo il pranzo sul posto, nel pomeriggio si è saliti a piedi lungo la Via Crucis che conduce al Sacro Monte: là si è celebrata la Santa Messa vespertina. Tutti si sono già dati appuntamento al pellegrinaggio dell’anno prossimo: ma dove sarà?!?




Prima Comunione 2017
 
Domenica 14 maggio si è tenuta la Prima Comunione nella nostra Parrocchia con 23 bambini, presso la Chiesa di S. Maria (Collegio Papio). È stata per tutti una bella festa, degnamente, gioiosamente e lungamente preparata. Grazie a tutti coloro che hanno collaborato: alle catechiste Silvia ed Emanuela, alle suore Ginetta ed Elena, ai giovani del GGA e del GVL per i loro canti, ai ministranti per il servizio. Davvero una grande festa per la prima accoglienza di Gesù–Eucaristia! I bambini hanno percorso, quale preparazione alla celebrazione, un itinerario dal titolo “Toc-toc: venite e vedrete”, durante il quale, di tappa in tappa, si è arrivati a scoprire l’importanza della persona di Gesù per la nostra persona e la nostra vita, soprattutto i grandi doni che egli ci ha fatto e continuamente ci fa per la nostra salvezza (Battesimo, Perdono, Eucaristia). In particolare si è cercato di comprendere che Gesù “sta alla porta e bussa. Se qualcuno ascolta la sua voce e gli apre la porta, egli verrà da lui, cenerà con lui ed egli con lui» (cfr Ap 3,20). Un grazie e un complimento a tutti i bambini e un grazie di cuore alle catechiste Silvia, Emanuela, suor Carolina e suor Helena, che hanno dato ancora una volta il meglio della loro fantasia, della loro creatività e del loro impegno per imbastire le fila di questo originalissimo percorso e per la loro dedizione ai bambini che ogni anno si preparano a questa importante festa.




Cresima 2017
 
Si è svolta sabato 18 marzo la Cresima dei ragazzi e delle ragazze di 2ª media che si sono preparati per ricevere il sacramento della maturità cristiana. L’Eucaristia è stata celebrata da mons. Vescovo Valerio Lazzeri, che ha esortato i ragazzi e i fedeli presenti ad abbeverarsi presso Gesù, il quale ha “un’acqua viva” da donarci che “zampilla per la vita eterna”. Gesù, con il dono dello Spirito Santo, si prende cura di ciascuno di noi, affinché la nostra vita personale si possa compiere e realizzare in pienezza. Alla presenza di numerosi parenti, amici e conoscenti, hanno condecorato musicalmente la celebrazione il Coro parrocchiale diretto da Mattia Pinchetti e l’organista Giovanni Beretta. Una bella e semplice celebrazione che rimarrà a lungo nella memoria e nei cuori.




Visita alla Pinacoteca Züst

Sabato 7 gennaio si è tenuta a Rancate la visita guidata della mostra “Legni preziosi”, allestita nella Pinacoteca Züst con la collaborazione dell’architetto Mario Botta. In esposizione numerosi reperti in legno di proprietà delle parrocchie ticinesi, con uno spettro dal Medioevo fino al Settecento. Particolare degno di nota per gli Asconesi è l’esposizione dell’urna di Santa Sabina, normalmente esposta nella chiesa parrocchiale, e della Madonna con bambino che si può ammirare presso la Cappella della Casa Belsoggiorno. Dopo la visita guidata, il gruppo asconese di una quindicina di persone si è fermato per un piacevole pranzo in compagnia.


Assemblea parrocchiale del preventivo

Lo scorso 13 dicembre si è tenuta l’Assemblea parrocchiale, nella sua forma ordinaria e straordinaria. Si è innanzitutto approvato il preventivo 2017, che, sulla falsariga degli ultimi esercizi annuali, chiude con un disavanzo di Fr. 257'905.- in particolare per la sistemazione di alcuni appartamenti della parrocchia che saranno affittati a nuovi inquilini. Nella sua forma straordinaria l’assemblea ha approvato all’unanimità il credito di Fr. 25,3 milioni per l’edificazione della nuova Residenza San Clemente. Dopo un processo lungo e complesso, presentato in dettaglio durante la serata, il progetto è ormai pronto per entrare nella fase operativa. Eccezionale e significativa la presenza all’assemblea: 60 persone con diritto di voto.



Amici che ci hanno lasciato

Lunedì 14 novembre, in modo del tutto improvviso e inatteso, ci ha lasciato Marino Cossi, Asconese anche se da tempo residente a Golino. In Borgo egli era conosciuto soprattutto per la sua intensa attività musicale, tra cui la collaborazione con l’Unione Filarmoniche Asconesi (di cui è stato a lungo presidente), con il Coro parrocchiale di Ascona e con l’Ascona Big Band. La sua persona, il suo entusiasmo, la sua preziosa collaborazione e le sue competenze ci mancheranno. Il Coro parrocchiale ha inoltre dovuto congedarsi da un altro suo corista, che per molti anni ha collaborato in modo fattivo. Residente a Minusio, Sante Francescotto ci ha lasciato lo scorso 24 gennaio. Alle famiglie e ai parenti tutti la comunità parrocchiale rinnova i sentimenti delle più sincere condoglianze.