PARROCCHIA
DI ASCONA

News - Cronaca 2018

Cronaca 2007   Cronaca 2008   Cronaca 2009   Cronaca 2010   Cronaca 2011
 
Cronaca 2012   Cronaca 2013   Cronaca 2014   Cronaca 2015   Cronaca 2016
 
Cronaca 2017   Cronaca 2018   Cronaca 2019   Cronaca 2020


2° raduno diocesano dei ministranti
Con uno sparuto gruppetto fdi ministranti ("chierichetti") ci siamo recati lo scorso 2 dicembre a Lugano per il 2° raduno diocesano. Eravamo proprio tanti, da tutte le parti della Diocesi e del Cantone. Abbiamo fatto un percorso alla scoperta dei bei luoghi religiosi e di alcuni oggetti sacri importanti di Lugano. Nella splendida chiesa deglio Angioli, poi, abbiamo incontrato monsigno Vescovo Valerio, che ci ha lasciato un suo bel messaggio di Avvento e di Natale. Se, come è probabile, ci sarà l'anno prossimo un 3° raduno, saremo sicramente di più, perché faremo buona pubblicità per questo bel momento!


Cambierà il… “Padre Nostro”?
Nell’ultima assemblea ordinaria della Conferenza Episcopale Italiana è stata approvata la nuova versione del Messale Romano, l’edizione valida anche per le parrocchie di lingua italiana della nostra diocesi. Tra le tante modifiche e i tanti aggiornamenti, uno ha suscitato interesse e discussioni: la modifica della preghiera del «Padre Nostro». Che da sempre fa problemi di comprensione è l’invocazione “e non ci indurre in tentazione”. Nel nuovo messale, come del resto già nella nuova traduzione dei testi biblici adottata dal 2008, la proposta è “e non ci abbandonare alla tentazione”: una versione molto più fedele al testo originale e anche più facilmente comprensibile dal punto di vista dottrinale. Tra l’altro il messale di lingua francese ha già adottato, ed è già valida dallo scorso mese di giugno, una versione analoga. Perché il nuovo messale diventi operativo, occorre ancora l’approvazione vaticana, che speriamo pervenga al più presto.
 

Presentato il libro sulla storia del "Papio"
Ben duecento partecipanti sono confluiti al Collegio Papio di Ascona per la presentazione ufficiale del libro "Il Collegio Papio di Ascona. Da Carlo Borromeo alla diocesi di Lugano", edito dallÂssociazione amici del collegio e da Armando Dadò editore. Ne ?e autore il giovane storico Lorenzo Planzi, attualmeze ricercatore per il Fondo nazionale svizzero presso gli Archivi vaticani. Tra le molte personalità presente alla serata monsignor Pier Giacomo Grampa e l'ambasciatore di Svizzera presso la Santa Sede, Pierre-Yces Fux, giunto direttamente da Roma.
 

Il Lungolago di Ascona diventa il... LungoLego!
Sono stati impiegati ben 100'000 mattoncini Lego per riprodurre in scala il lungolago e parte del comparto della chiesa parrocchiale di Ascona, Casa comunale e Casa Serodine comprese: un’opera unica nel suo genere che è stata presentata in anteprima svizzera sabato 13 ottobre in occasione della manifestazione «Ticino Brick». A realizzarla i soci dell’associazione Silug (Swiss italian Lego User Group), promotrice dell’evento, la cui quarta edizione ha animato le Palestre comunali del Borgo nel fine settimana. In esposizione, tra le altre, vi erano anche le riproduzioni del Castello Visconteo di Locarno e di quello di Muralto, di cui oggi non rimangono che poche tracce. Per l’occasione è stato anche progettato e messo in vendita un set esclusivo del Ponte dei salti di Lavertezzo.
 

 

Sulle tracce di Madre Eugenia Ravasco
 
Ben 63 partecipanti per questo pellegrinaggio-gita a Genova, lo scorso 22 settembre, sulle tracce di Madre Eugenia Ravasco, in occasione del 150° di fondazione dell'Istituto Ravasco, conosciuto anche qui nel Locarnese in quanto famiglia religiosa di suor Ginetta e di suor Elena. La visita era anche espressione di solidarietà nei confronti della città ligure, così fortemente colpita dal crollo del ponte Morandi. Il mattino abbiamo visitato la casa di Genova, dove abbiamo celebrato la messa del Sacro Cuore, cui Madre Eugenia e l'Istituto sono consacrati: ha presiduto la celebrazione don Davide Matassa, neo-presbitero. Dopo il pranzo in un ristorante della zona, in particolare con un menu a base di pesce, il pomeriggio è stato dedicato alla visita del centro storico di Genova, mentre un nutrito gruppo ha visitato il celebre Acquario.
 

Primo agosto al Gottardo
 
1° agosto: Eucaristia teletrasmessa dalla RSI La 1 quella sul San Gottardo, in occasione della Festa nazionale del 1° agosto. Ha presieduto mons. Vescovo Valerio Lazzeri, hanno concelebrato mons. Pier Giacomo Grampa e numerosi sacerdoti dalla diocesi di Lugano e dalle diocesi viciniore. Non è passata inosservata nemmeno la presenza di alcuni militi della Guardia Svizzera Pontificia. Moltissimi (ca. 3 migliaia) i fedeli presenti, il tutto aiutato da una meteo molto favorevole. Mons. Valerio ha lanciato, nella sua omelia, un coraggioso messaggio all’apertura e all’accoglienza. Un folto gruppetto di parrocchiani ha preso parte all’evento, condividendo la giornata anche con un gustoso pasto in un ristorante di Airolo.
 

Pane benedetto di Sant'Antonio
 
9 e 10 giugno: al termine delle Eucaristie di sabato e domenica, in prossimità della memoria di Sant’Antonio da Padova (13 giugno), è stato benedetto e distribuito ai fedeli il pane benedetto. Una consuetudine che si rinnova di anno in anno.
 

Alla scuola di San Nicolao della Flüe
 
Il sabato 10 marzo scorso la nostra Rete pastorale (Rete delle Isole) ha vissuto il giorno di ritiro spirituale quaresimale nei luoghi legati alla vita di San Nicolao della Flüe. Nella meditazione davanti al Santissimo Sacramento, presso il Flüeli-Ranft, abbiamo cercato di vedere il Patrono della Svizzera come l'uomo che concilia, l'uomo che vive con l'essenziale e l'uomo di Dio. Il Sacramento della Riconciliazione e la successiva salita alla casa familiare del santo hanno completato la pratica penitenziale.
Dopo il pranzo degno della Quaresima presso la Comunità di Betania, abbiamo celebrato l'Eucaristia nella chiesa di Sachseln, là dove si trovano le reliquie di San Nicolao. Nell'omelia don Donato ci ha fatto capire quanto importante sia aprire gli occhi spiritualmente per vedere colui che ci salva e credere in lui.
Dopo un tranquillo e rilassante viaggio nel comodo torpedone, in serata siamo rientrati a casa.
 
 

Dal Consiglio parrocchiale e dalle Assemblee
 
Dal punto di vista amministrativo, sono numerosi i temi di cui si sta occupando attualmente il Consiglio parrocchiale: alcuni di essi stanno acquisendo particolare attualità e stanno giungendo lentamente a maturazione.
Lo scorso lunedì 16 aprile, in occasione dell’assemblea ordinaria della nostra parrocchia, sono stati presentati i conti del 2017 della nostra comunità. Il consuntivo si chiude con una perdita di Fr. 47'021.80, in ogni caso nettamente inferiore alla perdita prevista dal preventivo (Fr. 257'905.-). La minor perdita è essenzialmente dovuta a spese preventivate ma non effettuate, come pure a un certo aumento delle normali spese di amministrazione e dei costi generali. Al termine dell’assemblea la storica dell’arte Michela Zucconi-Poncini ha fatto una breve conferenza sulle cappelle di Ascona, facendoci conoscere pregi e bellezze di numerosi angoli di Ascona, molti dei quali davvero poco noti.
Il Consiglio parrocchiale ha poi dovuto convocare un’assemblea straordinaria lo scorso 14 maggio, in quanto recentissimi sviluppi concernenti la Residenza San Clemente l’hanno resa necessaria. In particolare, si è trovata una soluzione percorribile per l’annosa questione pianificatoria, che limitava il numero di appartamenti edificabili della Residenza San Clemente a 48, invece dei 61 previsti dal progetto completo. Mediante l’acquisizione del “fondo Gull”, vi è la possibilità di procedere all’edificazione dei 13 appartamenti mancanti. L’assemblea ha votato all’unanimità e per acclamazione l’acquisto della particella 694 RFD di Ascona, e ha autorizzato il Consiglio parrocchiale a procedere con tutte le pratiche necessarie per l’acquisizione del fondo. L’assemblea ha poi autorizzato il Consiglio parrocchiale a procedere con l’inoltro della relativa domanda di costruzione, affinché si possa giungere al più presto all’edificazione della Residenza San Clemente nella sua forma integrale.
Nel frattempo, il cantiere procede rispettando i tempi previsti, e ormai si è già giunti a tetto, per quanto riguarda la costruzione grezza. La consegna dello stabile ultimato è prevista per l’estate/autunno 2019.
 

Cresima 2018
 
Si è svolta sabato 21 aprile la Cresima dei ragazzi e delle ragazze di 2ª media che si sono preparati per ricevere il sacramento della maturità cristiana. L’Eucaristia è stata celebrata da mons. Nicola Zanini, delegato vescovile e vicario generale della diocesi: egli ha esortato i ragazzi e i fedeli presenti a seguire Gesù, Buon Pastore, il quale conosce la Via verso la bellezza e la gioia. Gesù stesso, con il dono dello Spirito Santo, ci fa partecipi di una vita buona e bella. Alla presenza di numerosi parenti, amici e conoscenti, hanno condecorato musicalmente la celebrazione l’organista Michele Perpellini, insieme con la soprano Esther Haarbeck e il trombettista Mauro Guenza. Una bella e semplice celebrazione che rimarrà a lungo nella memoria e nei cuori.
 


Prima Comunione 2018
 
Domenica 13 maggio si è tenuta la Prima Comunione nella nostra Parrocchia con 24 bambini, presso la Chiesa di S. Maria (Collegio Papio). È stata per tutti una bella festa, degnamente, gioiosamente e lungamente preparata. Grazie a tutti coloro che hanno collaborato: alle catechiste Silvia ed Emanuela, alle suore Ginetta ed Elena, ai giovani del GGA e del GVL per i loro canti, ai ministranti per il servizio. Davvero una grande festa per la prima accoglienza di Gesù–Eucaristia!
I bambini hanno percorso, quale preparazione alla celebrazione, un itinerario dal titolo “In volo tra cielo e terra”, durante il quale, di tappa in tappa, si è arrivati a scoprire l’importanza della persona di Gesù per la nostra persona e la nostra vita, soprattutto i grandi doni che egli ci ha fatto e continuamente ci fa per la nostra salvezza (Battesimo, Perdono, Eucaristia). In particolare si è cercato di comprendere che Gesù ci aiuta a vivere una vita bella e gioiosa, che si occupa delle cose di ogni giorno ma che si protende verso la bellezza e la gioia che vengono dal Cielo.
Un grazie e un complimento a tutti i bambini e un grazie di cuore alle catechiste Silvia, Emanuela e suor Elena, che hanno dato ancora una volta il meglio della loro fantasia, della loro creatività e del loro impegno per imbastire le fila di questo originalissimo percorso e per la loro dedizione ai bambini che ogni anno si preparano a questa importante festa.